Ita | Eng
Shipping and Transport news from Northern Adriatic Sea

Porto di Trieste, calo di traffici ma segnali di ripresa nei primi 10 mesi del 2020

TRIESTE – Nonostante il calo complessivo del 12% nelle tonnellate complessive, il Porto di Trieste mostra segnali di ripresa a fronte della contrazione dei traffici mondiali causata dalla pandemia da Covid-19.

Il segmento Ro-Ro cresce nei primi 10 mesi dell’anno, mettendo a segno un +3% e 195.000 unità transitate. Sostanziale tenuta dei container con un calo del 2% e 638.000 TEU movimentati. In linea con lo scenario che sta interessando tutti i porti, il volume di merce movimentata complessivamente nei primi 10 mesi del 2020 supera i 45 milioni di tonnellate, riportando un calo del 12% sui valori dell’anno precedente. La performance negativa è dovuta alla diminuzione del traffico di petrolio greggio e a quello di rinfuse solide (-71 %), causato in massima parte dalla chiusura dello stabilimento siderurgico di Servola. Stessa motivazione, quest'ultima, per il calo del 20% sul numero di treni in uscita e in entrata al Porto (6.680 in totale da gennaio a ottobre).