Ita | Eng
News di shipping e trasporti dal Nord Adriatico

Trasporto intermodale e attenzione all'ambiente: progetto guidato dal Porto di Trieste

TRIESTE - Diminuire l’impatto ambientale (emissioni di gas inquinanti, CO2 e rumore) sull’arco alpino, lungo l'asse del Brennero e di Tarvisio. Con questo obiettivo l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale (Porto di Trieste) ha attivato SMARTLOGI-“Logistica transfrontaliera sostenibile e intelligente”: un nuovo progetto sull'innovazione tecnologica al servizio dell’intermodalità.

Il progetto, che avrà una durata di 24 mesi e un budget di circa 1,3 milioni di euro, è cofinanziato dal Programma di Cooperazione  Transfrontaliera  Italia - Austria, ed è sviluppato in collaborazione con l’interporto di Fürnitz, l’Università di Klagenfurt, il GECT “Senza Confini”, la Regione Veneto, l’Università IUAV di Venezia ed EURAC (www.eurac.edu). Il Porto di Trieste e il terminal austriaco di Fürnitz (Villaco) adotteranno una soluzione tecnologica per lo scambio di dati in tempo reale, in modo tale da rendere il trasporto ferroviario delle merci  sempre più conveniente ed efficiente. Inoltre, sarà sviluppata una strategia replicabile anche in altri territori transfrontalieri.