Ita | Eng
News di shipping e trasporti dal Nord Adriatico

SIOT

TRIESTE - The SIOT (Italian transalpine oil pipeline company) of Trieste is worth every year between 247 and 282 million euros for the territory of Friuli Venezia Giulia, where it generates 580 jobs.

TRIESTE - La SIOT (Società italiana oleodotto transalpino) di Trieste vale ogni anno tra i 247 e i 282  milioni di euro per il territorio del Friuli Venezia Giulia, dove genera 580 posti di lavoro.

TRIESTE - «2018 has been a year of continuity and new challenges for the TAL group, in particular in two areas where our investments are focused: technological-scientific research and safety. 2019 will be a year of achievements, because we are about to reach a unique result in Europe: we will shortly reach the target of a billion and a half tons of crude oil unloaded at the marine terminal of the Port of Trieste since the entry into operation of the Transalpine pipeline, while in the middle of the year the twenty-thousandth oil tanker will touch our moorings».

TRIESTE - «Il 2018 è stato per il Gruppo TAL un anno di continuità e nuove sfide, in particolare in due settori nei quali i nostri investimenti sono focalizzati: la ricerca tecnologico-scientifica e la sicurezza. Il 2019 sarà un anno di traguardi, perché a breve raggiungeremo un risultato unico per l’Europa: avremo scaricato al Terminale Marittimo del porto di Trieste un miliardo e mezzo di tonnellate di crude oil dall’entrata in funzione dell’Oleodotto Transalpino, mentre a metà anno toccherà i nostri ormeggi la ventimillesima petroliera».

TRIESTE – È stata firmata oggi a Trieste la concessione demaniale marittima che darà in gestione il Terminal petroli dello scalo triestino alla SIOT per i prossimi 50 anni. La Società Italiana per l’oleodotto Transalpino (parte del Gruppo TAL) sarà così in grado di confermare il proprio ruolo strategico di primo terminal petrolifero del Mediterraneo.

TRIESTE The concession to extend the maritime concession of the oil terminal to Siot for the next 50 years was signed today in Trieste. The Italian firm for the transalpine oil pipeline, (TAL) will continue in its role as the prime oil terminal in the Mediterranean.