Ita | Eng
News di shipping e trasporti dal Nord Adriatico

Cina

TRIESTE - «Vogliamo avere una collaborazione con il Friuli Venezia Giulia. Il Porto di Trieste nella strategia South South è molto, molto importante».

TRIESTE – Il Porto di Trieste raccoglierà a breve i frutti di 3 anni di missioni in Cina con società di Stato coinvolte nel progetto “via della Seta".

TRIESTE - Il progetto di riattivazione di un'importante stazione ferroviaria e la conferma che i cinesi hanno intenzione di sfruttare il Porto di Trieste per raggiungere una parte di territorio europeo.

TRIESTE - China Communications Construction Company Limited (Cccc) è interessata al Porto di Trieste: a breve una visita da parte di una delegazione cinese per valutare l'ipotesi di investimenti.

TRIESTE – Un'altra delegazione cinese, stavolta del ministero dei Trasporti, ha visitato nei giorni scorsi il terminal container del Porto di Trieste ed altre strutture nell'area dello scalo. L'occasione è stata data dalla 14a edizione dell'Implementation Meeting of EU-China Maritime Agreement, in corso di svolgimento tra oggi e domani proprio a Trieste.

TRIESTE - Il porto di Trieste e la Duisburger Hafen (duisport), società pubblica che gestisce il porto fluviale di Duisburg, hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per aumentare il traffico di merci, con particolare riferimento alla nuova Via della seta.

TRIESTE - Non c'è ancora una data precisa, ma i porti di Trieste e Genova verranno potenziati come terminali della Via della seta. La scelta cinese è stata determinata dai collegamenti – già esistenti - ai corridoi ferroviari e stradali con il cuore dell'Europa.

TRIESTE - Nuovi interessi in Cina per il Porto di Trieste, dopo la visita organizzata la scorsa settimana dall'Autorità portuale e dai principali operatori, in occasione della “Transport Logistic China”. “Un porto con molti vantaggi competitivi che non conoscevamo. Trieste si trova sulla rotta della Via della seta e l’iniziativa One Belt one Road, di recente promossa dal Governo di Pechino, può portare un rinnovato interesse da parte di investitori cinesi per il porto giuliano”.