Ita | Eng
News di shipping e trasporti dal Nord Adriatico

Recovery fund, il Porto di Trieste chiederà finanziamenti UE per la sostenibilità ambientale

TRIESTE - Il Porto di Trieste mira a ricevere finanziamenti dal Recovery fund messo a disposizione dall'Unione Europea. Lo ha detto ieri a Trieste – dopo un incontro con il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte – il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D'Agostino.

«Dobbiamo pensare nel medio periodo, sapendo che non dobbiamo creare problemi alla città, alla sua sostenibilità, all'ambiente e a quant'altro» ha detto D'Agostino. Il riferimento in particolare è stato all'attività delle crociere, ma la necessità di continuare a creare sviluppo sostenibile è stata estesa a tutto lo scalo. Il colloquio tra D'Agostino e Conte è avvenuto a margine di Esof 2020. Trieste è stata nominata Città Europea della Scienza 2020. Per la prima volta nella sua storia, l'ESOF ha superato i confini nazionali del paese ospitante. In quanto città dell'Europa centrale, infatti, Trieste si impegna a rafforzare i legami con scienziati, imprenditori, politici e cittadini dell'Europa centrale e orientale. Durante i numerosi incontri nel corso della scorsa settimana, alcuni sono stati dedicati alle tematiche delle nuove professioni legate alla Blue Economy.