Ita | Eng
News di shipping e trasporti dal Nord Adriatico

Partono da Monfalcone le strutture per il nuovo Bayonne Bridge di New York

MONFALCONE - Passano da Portorosega, con le operazioni di carico curate da CPM (Compagnia portuale di Monfalcone), le nuove strutture per alzare il Bayonne Bridge di New York, con l'obiettivo di consentire la navigazione del Kill Van Kull (stretto di mare tra Staten Island e Bayonne) alle nuove meganavi portacontainer.

Le strutture, realizzate dalla Cimolai, saranno caricate oggi sulla nave Florijngracht della compagnia olandese Spliethoff, che già dallo scorso anno opera un servizio di linea tra Mar Nero, Mediterraneo, Nord America e Grandi Laghi. I lavori sul ponte newyorkese, dal costo di circa un miliardo di dollari, ne aumenteranno l'altezza dagli attuali 46 metri (151 piedi) fino ai 65,53 metri (215 piedi), per consentire l'accesso delle meganavi al porto di New York e New Jersey. Nella foto un altro carico speciale trattato da CPM nei mesi scorsi allo scalo isontino.