Ita | Eng
News di shipping e trasporti dal Nord Adriatico

Dogane, accordo tra i distretti di Trieste e Shanghai per facilitare le pratiche portuali

TRIESTE – Facilitare le pratiche doganali nei porti italiani e cinesi. Con questo obiettivo è stato firmato ieri a Roma un accordo tra il Direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli, Benedetto Mineo, e il viceministro delle Dogane della Repubblica Popolare Cinese, Wang Lingjun. All'incontro ha partecipato anche il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria.

Il documento prevede la collaborazione tra gli uffici doganali di Venezia, Trieste e Ravenna con il distretto doganale di Shanghai, primo distretto doganale cinese per volumi di operazioni doganali e primo porto al mondo per volume di traffico containerizzato. «Si tratta di un accordo importante che faciliterà il disbrigo delle pratiche doganali nei porti italiani e in quelli cinesi» ha dichiarato il ministro Tria. La collaborazione diretta tra uffici operativi servirà allo scambio di esperienze professionali, con lo scopo di rendere più efficace il contrasto alle violazioni doganali che in passato hanno assunto particolare rilevanza. L’intesa prevede, inoltre, l'attuazione di misure in linea con quanto indicato negli accordi per il riconoscimento dei rispettivi programmi di facilitazione UE e Cina, concessi agli operatori economici autorizzati (AEO). Le facilitazioni previste per gli AEO prevedono la riduzione dei controlli per gli operatori economici affidabili.
Introdotta nell’accordo anche la possibilità di scambiare informazioni su problematiche doganali riscontrate da operatori economici nazionali nel Paese di destinazione della merce. Viene prevista, infine, l’organizzazione di operazioni congiunte mirate al contrasto di specifici fenomeni illeciti e lo scambio di informazioni su spedizioni specifiche oggetto di valutazioni di rischio.