Ita | Eng
News di shipping e trasporti dal Nord Adriatico

Area Adriatico-Ionica, coordinare gli investimenti per sfruttare il vantaggio competitivo dei porti

TRIESTE - "La Regione Adriatico-Ionica detiene un vantaggio competitivo come piattaforma logistica di collegamento tra i mercati europei e quelli asiatici, considerato che i porti dell'Adriatico possono offrire cinque giorni di vantaggio rispetto a quelli del Nord Europa nel trasferimento delle merci". Lo ha detto la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, intervenendo oggi a Bruxelles al workshop "The EU Strategy for the Adriatic-Ionian Region: the macro-regional dimension and criteria underlying successful projects", nell'ambito degli Open days della XII "Settimana europea di Regioni e Città", il più grande evento dedicato alle politiche regionali di sviluppo.

Nella stessa occasione è stato sottolineato che l'area Adriatico-Ionica riveste una funziona strategica nelle relazioni economiche fra Europa e Asia e che la Regione Friuli Venezia Giulia ricopre il ruolo di coordinamento fra le Regioni italiane sul tema delle infrastrutture e dei trasporti. Il Piano di azione della Strategia Adriatico-Ionica, che interessa un'area di quasi 70 milioni di abitanti, prevede quattro "pilastri": Crescita blu, Connettere la Regione, Qualità ambientale, Turismo sostenibile. "Nell'attuazione della Strategia - ha sottolineato Debora Serracchiani - occorrerà soprattutto porre attenzione al tema del coordinamento degli investimenti, in modo da ottenere un effetto network, un effetto moltiplicatore sull'intera filiera del ciclo produttivo. Un sapiente utilizzo dei fondi pubblici permetterà inoltre di colmare i differenziali di sviluppo".