Ita | Eng
Shipping and Transport news from Northern Adriatic Sea

Adriafer, aumento di capitale e nuovo cda per la società ferroviaria

TRIESTE – E' stato approvato nei giorni scorsi un aumento di capitale da 300mila euro per Adriafer, società che si occupa della manovra ferroviaria al Porto di Trieste.

Oltre all'aumento di capitale, che potrà arrivare fino a 2 milioni di euro, Adriafer sarà dotata di un Consiglio di amministrazione. La decisione è stata presa per consentire alla società, controllata al 100% dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, di gestire l'ulteriore sviluppo ferroviario e gli investimenti programmati. «Strutturare meglio l’assetto di una realtà che continua a crescere in entrambe le sue attività di core business: manovra ferroviaria e impresa di trazione ferroviaria, servirà a dare nuovo slancio alla società» ha spiegato Zeno D’Agostino, presidente della Port Authority di Trieste.
 Adriafer è passata da un fatturato annuo di 2 milioni e 800 mila euro del 2015, a 11 milioni di euro nel 2019, con un risultato di esercizio positivo. Con la certificazione di Impresa Ferroviaria ottenuta nel 2017, ha operato sulle tratte del sistema portuale, realizzando 860 treni nel 2019. Importante il traguardo di 10.000 treni manovrati, raggiunto sempre nel 2019.
Oggi la società gestisce 8 locomotori di manovra revisionati e di proprietà e 3 locomotori noleggiati, idonei per la trazione sulla linea. Tutte queste attività hanno consentito negli ultimi anni anche l’ampliamento del mercato degli operatori ferroviari nel porto giuliano, rappresentato attualmente da sette imprese ferroviarie: oltre ad Adriafer, Rail Cargo Carrier Italy, Rail Traction Company, Compagnia Ferroviaria Italiana, Mercitalia Rail, Inrail, Captrain.