Ita | Eng
Shipping and Transport news from Northern Adriatic Sea

Trieste nel 2015 primo porto d’Italia per tonnellate di merce

TRIESTE - Trieste si conferma primo porto d’Italia nel 2015 per volumi complessivi.  Nel corso dell’anno sono state movimentate 57,16 milioni di tonnellate di merce (+0,07 % rispetto al 2014) e per confermare la crescita si punta su traffico intermodale e ferroviario.

Nei dati resi noti dall'Autorità Portuale si registra una leggera flessione delle rinfuse liquide (41,28 milioni di tonnellate con un -0,96%), ma crescono le rinfuse secche (+106,85%). Rilevante anche l’aumento delle merci varie (+21,84%).
Per quanto riguarda i container, invece, va evidenziata una netta ripresa nella seconda metà dell’anno, tanto da raggiungere un risultato quasi invariato rispetto all’anno precedente: 501.276 Teu (-0.94%). Il dato singolo di Trieste Marine Terminal, dopo 10 anni di crescita continuativa, registra nel 2015 un calo pari al 6,8% rispetto al 2014 (443.882 Teu nel 2015 contro 476.507 Teu del 2014). "La diminuzione dei traffici è principalmente dovuta allo spostamento di un servizio – ha spiegato il presidente di TMT, Fabrizio Zerbini - che oggi scala direttamente un altro porto dell'Adriatico, in precedenza servito via Trieste. Nella seconda parte dell'anno il trend negativo è stato però invertito, anche grazie all'arrivo di nuove navi da 12.000 Teu, grazie alle quali è previsto un aumento di traffico nel corso del 2016".
Segnali incoraggianti, inoltre, arrivano dai traffici RO-RO con un + 1,49% e 301.144 semirimorchi movimentati. Esprimendo in Teu equivalenti anche il traffico delle unità di carico movimentate su navi RO-RO e sommandole ai container marittimi, si arriva a 1,17 milioni di Teu lavorati nel 2015 (+0,44%). Positivi anche i numeri sul traffico ferroviario dello scalo, che collocano Trieste ai vertici nazionali della movimentazione ferroviaria in ambito portuale. Nel corso dell'anno appena terminato sono stati 5604 i treni - con destinazione prevalentemente  internazionale - manovrati nello scalo, con un aumento del 12,71% sul 2014.
“Traffico intermodale e ferroviario saranno le leve su cui puntare. Trieste deve crescere sempre di più – ha detto il Commissario dell'Authority, Zeno D'Agostino - guardando all’integrazione logistica terra-mare. Il superamento del milione di Teu sommando container e rotabili, non è uno spot, ma  la cifra che rappresenta la realtà del nostro porto.”