Ita | Eng
Shipping and Transport news from Northern Adriatic Sea

Preclearing, partita a Trieste la sperimentazione per velocizzare le procedure di sdoganamento

TRIESTE - E' iniziata anche a Trieste la fase di sperimentazione del preclearing, lo sdoganamento in mare delle merci, che dovrebbe portare ad una velocizzazione dei servizi di trasporto. La procedura è stata adottata nell’ambito delle iniziative intraprese dall’Agenzia delle Dogane per il rilancio della competitività del sistema portuale nazionale. Si potranno così presentare le dichiarazioni doganali mentre si è ancora in attesa dell'arrivo della nave.

In questo modo, le merci non selezionate per i controlli potranno sbarcare e proseguire immediatamente per le destinazioni finali. Le unità navali che potranno avere accesso al preclearing” saranno sottoposte al controllo delle Autorità marittime con un sistema di monitoraggio del traffico, per verificare che le navi  mantengano rotte dirette e senza scali intermedi tra il porto di partenza e quello di destinazione. "Con questa procedura il tempo di resa delle merci – ha dichiarato Paolo Salvaro, presidente di Confetra Nord Est, l'associazione delle imprese di spedizioni e pratiche doganali - diminuisce sensibilmente, anche di 36 ore. Oltre ad essere un grande vantaggio per le imprese nostre clienti, aumenta l'efficienza dei nostri porti. Purtroppo fino ad oggi capitava che merci destinate ai nostri mercati, impiegassero meno tempo attraverso i porti del nord Europa. Una situazione paradossale, e che oltretutto crea un danno anche all'erario, perché una parte delle tasse di ogni spedizione rimane al Paese che per primo sdogana le merci all'ingresso nell'Unione Europea".